..
..
.. Print page
Lettera Aperta di Gabrielle
19.05.16

 

Figura professionale, quella dell'istruttore o coach, che, per sua stessa natura, è pregna di significati e diFigura professionale, quella dell'istruttore o coach, che, per sua stessa natura, è pregna di significati e di responsabilità.

 

Curiosando da mesi fra le pagine di Facebook e sbirciando qui e là fra le varie offerte del mercato della formazione cinofila, si è in me consolidato un pensiero che credo sia giunto il momento di esternare.
In particolare, quello della formazione cinofila è un mercato fiorente che si rivolga a due tipologie di fruitori.
Da un lato potremo incontrare tutti i proprietari di cani che frequentano uncentro cinofilo per imparare "qualcosa", per scoprire come relazionarsi con il proprio amico a quattro zampe e, in genere, per trascorrere piacevolmente il proprio tempo libero
Dall'altra parte si collocano tutti coloro che ambiscono a formare un "service dog"; sia esso un cane da ricerca, da salvataggio o, in generale, da soccorso.
In un caso e nell'altro per queste persone e per i loro cani il punto di riferimento è, ovviamente, l'istruttore o coach.
Figura professionale, quella dell'istruttore o coach, che, per sua stessa natura, è pregna di significati e di responsabilità. 
Un rapporto di grande empatia che può cambiare le sorti di un cane e dello stesso binomio uomo-cane.
È l'istruttore, infatti, che crea le fondamenta di un cane equilibrato, così come di un team capace di lavorare con serietà e professionalità. 
Solo un vero istruttore saprà fornire tutte le nozioni inerenti la salute del cane, le peculiarità di una razza, i rudimenti dell'etologia e del saper ben comportarsi.
Nell'ambito dei "working dogs", allo stesso modo, solo un vero istruttore saprà creare amalgama nel binomio cane-uomo; solo un preparato istruttore saprà trasferire le proprie conoscenze sulla cartografia, sull'evoluzione e le trasformazioni dell'odore legate a mille variabili esogene, oltre che sulle tecniche di primo soccorso.
Ma parlo, appunto, di veri istruttori ... di professionisti preparati ... di coach che hanno studiato prima di cimentarsi con l'insegnamento.
E torno, quindi, ai social network; dove, ormai ogni giorno, scopro nuovi sedicenti istruttori ... nuovi formidabili coach ...
Ma è forse una splendida divisa o una scitta ricamata a far di una persona un istruttore ?
È forse esaustivo frequentare un workshop di alcune giornate per fregiarsi dell'altisonante titolo di coach ?
Beh, sinceramente non credo !
Eppure il mondo della cinofilia si sta riempiendo sempre più di questi improvvisati ed arrembanti istruttori. Pronti a tutto, innanzitutto a sfoggiare divise con luminosi ricami e sorrisi smaglianti in favore dei fotografi, pur di far soldi.
Certo, mi dico, il lavoro nobilita l'essere umano; ma, laddove si cerchi di lavorare senza avere una adeguata preparazione, non si nobilita nessuno ... tranne il proprio portafoglio !
E così, pian pianino, il mondo della formazione cinofila è diventato una giungla piena di sedicenti coach e leggendari cinofili.
Ma a me, che vengo da un vecchio mondo fatto di studi, pratica, esperienze lavorative in casi reali, questa giungla non piace proprio !
Continuo a credere che una tutina ed una bella pettorina indossata da un gran cane non fanno un'unità cinofila ... non fanno ricerca ... non fanno, soprattutto, salvataggio !
Eh sì ... perché non dovrebbe, a questi sedicenti istruttori, sfuggire il pensiero che non di sport trattasi ... ma di salvataggio di persone a rischio di vita .
Ed allora, che tu sia italiano o americano, che tu possa raccontare di collaborazioni con questo o con quella organizzazione dal nome importante, non dimenticare mai che non è un gioco. Ricorda che i tuoi allievi potrebbero essere dei futuri operatori di salvataggio insieme ai loro cani.
Lascia, quindi, caro istruttore, la tua bella divisa e le tue scritte ricamate in bella vista ... pensa a formare te stesso prima di raccontare balle e deviare tante persone e tanti cani.
Solo con umiltà si può imparare; solo con serietà ed equilibrio si può insegnare; solo con estrema correttezza si può migliorare.
In questo modo potremo arrestare la selvaggia espansione della giungla ... forse riuscire a farla un po' arretrare ... probabilmente restituire alla formazione cinofila una dignità ed una serietà che va ben oltre la continua ed insaziabile fama di denaro e di successo personale.